POP

“Uomini che amano le donne” – intervista ad Alessandro Alo.

..."Uomini che amano le donne" non è una critica o una denuncia. E' molto meno di questo. Semplicemente dice che vivere la propria sessualità liberamente e incondizionatamente non è facile per nessuno...

Settimana scorsa, durante la seconda puntata di X Factor, ci è capitato di notare Alessandro. Ha portato in competizione una canzone decisamente molto pop ma che ci ha stupito per il significato intrinseco. Parla, almeno secondo noi, della realtà che viviamo attualmente in Italia, più nello specifico della difficoltà in alcuni casi di vivere la propria vita e sessualità alla luce del sole. Sfortunatamente, ancora in troppi si sentono costretti a nascondersi, magari dietro un matrimonio di copertura dove alla fine ci sono:

“…Uomini che amano le donne
E odiano gli uomini che amano gli uomini
Ma vanno con gli uomini che si sentono donne
E ingannano le donne che amano gli uomini…”

Ecco quindi alcune domande che siamo riusciti a fare ad Alessandro. Ovviamente gli auguriamo il meglio per la sua carriera da cantante e lo ringraziamo di cuore per questa partecipazione:

E’ da tanto tempo che canti?

Si, è da circa 20 anni che ho la passione per il canto! Il mio primo ricordo di me che penso “Voglio fare il cantante nella vita” risale ai miei 7 anni. Era il 2000 e Anastacia era la mia artista preferita. La sua musica, la sua voce, mi coinvolsero talmente tanto che ispirarono il mio sogno. Ho sempre voluto essere una popstar.

Quando e perché hai deciso di andare ad X Factor? Nel senso, ognuno avrà una motivazione personale penso.

Sì, sicuramente ogni artista può vivere l’esperienza di X Factor come meglio crede. Io amo molto mettermi alla prova; credo che sia indispensabile che una persona, per migliorare, si metta in condizioni che non le sono sempre conosciute o “sicure”. L’anno scorso ho fatto molti casting qui a Milano – soprattutto per Musical e – anche se alla fine non sono riuscito ad ottenere i ruoli per cui mi sono proposto – sono stato felicissimo di aver impegnato le mie energie in qualcosa che mi ha spinto a misurare le mie abilità. X Factor significa mettersi in discussione davanti a Fedez, Asia, Manuel, e Mara! Ecco cosa significa 🙂

Uomini che amano le donne” è una canzone molto orecchiabile e che è diventata immediatamente virale ma, oltre l’aspetto divertende, qual’è il messaggio che vorresti trasmettere?

Ho scritto una canzone perché avevo bisogno di parlare della mia esperienza personale, volevo rendere divertente una cosa che per un periodo della mia vita mi ha turbato. “Uomini che amano le donne” non è una critica o una denuncia. E’ molto meno di questo. Semplicemente dice che vivere la propria sessualità liberamente e incondizionatamente non è facile per nessuno – e che l’ipocrisia spesso prende il sopravvento sulla verità – perché ci mette al sicuro da noi stessi. Credo che sia per questa leggerezza che è riuscita a diventare virale. Se avessi pensato di scrivere un pezzo di denuncia, molte meno persone sarebbero riuscite ad accoglierlo.

Alo - Uomini che amano le donne

Cosa ne pensi invece della cominità LGBT?

Non è scontato parlare della nostra comunità in qualche riga. Mi rende orgoglioso pensare che il più delle volte è una famiglia che accoglie tante singolarità diverse tra loro e riesce ad accomunarle con l’amore e la comprensione. Non voglio dire che sia un pezzo di mondo perfetto, ma credo che nel tempo siamo stati in grado di spingere piano piano i confini dell’amore e la tolleranza laddove si pensava che non potessero raggiungere.

E del resto cosa pensi? L’Italia secondo te è ancora un Paese che non riesce ad accettare queste cose o forse sta cambiando?

Non lo so. Le conquiste che i nostri fratelli e sorelle sono riusciti a strappare negli ultimi anni non hanno garanzie eterne. Per questo dobbiamo essere tutti là fuori, per difenderci meglio. E non parlo solo dell’essere omosessuali.

L’amore comunque trova sempre una via.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...