POP

Passivo ma non sottomesso

"Passivo, attivo, versatile" ovviamente non essendo stabilito da altre condizioni fisiche, molte volte è uno dei primi argomenti che si affrontano in una relazione. Cosa ne pensa invece chi non fa parte della nostra comunità?

Purtroppo come ogni minoranza, anche noi soffriamo di giudizi preconfezionati da parte di gente al di fuori della nostra realtà. Spesso quindi veniamo visti per quello che si pensa noi siamo, più facile ed immediato.

Nello specifico, parlo dei ruoli sessuali che in qualche modo ci identificano. Ovviamente, ognuno di noi ha delle caratteristiche ben definite e delle preferenze che nell’insieme di tutto, ci permettono di costruire un rapporto con un “Incastro perfetto”.

Questa cosa però porta inevitabilmente anche a determinati preconcetti, costruiti nel corso degli anni, dove spesso l’associazione più automatica era “Gay = effemminato“. Sebbene non ci sia nulla di male nell’essere effemminati, non è una condizione comune a tutti noi. Ma perché succede questo? Probabilmente perché si pensa che essere gay equivalga per forza ad essere passivi e di conseguenza, ad essere più simili al ruolo esercitato dalla donna in una coppia eterosessuale. Questo preconcetto fortunatamente nel corso degli anni è pressoché svanito ma se n’è fatto aventi un’altro, ovvero “Attivo = maschio e passivo = effemminato/sottomesso“. Questa distinzione avviene spesso anche all’interno della nostra stessa comunità. Che cosa porta a questo pensiero? Probabilmente il fatto che l’attivo, proprio per essere visto come la parte “Predominante” della coppia è più simile al ruolo dell’uomo in una coppia eterosessuale ed in qualche modo riesce ancora ad essere visto come l’esempio di macho, soprattutto se parliamo di un Paese come il nostro, dove si sa che la base di tutto è essere MASCHIO.

Non ho parlato volutamente della categoria dei versatili, che ovviamente non fanno parte di questo polverone. Magari in questo caso ci si potrebbe domandare se davvero tutti quelli che si dichiarano tali lo sono o se è solo un modo per non dichiarare la propria preferenza.

Tornando invece alla differenza fra attivi e passivi, si può sicuramente sfatare questo preconcetto, come quello della “Passivella vogliosa”. Se è vero che il ruolo sessuale in qualche modo ci caratterizza nella coppia, non è detto che questo ci paragoni di riflesso ad una coppia eterosessuale. Già, qui non si sta parlando infatti di uomo e donna ma di due uomini. Questo quindi non c’entra nulla con la propria mascolinità, si può dunque essere passivi e maschilissimi ed attivi ma con la borsetta.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...