POP

Mamma, papà… sono gay!

A quanti di voi manca il coraggio di pronunciare queste parole? E quanti di voi, invece, hanno scelto di rivelare ai genitori la propria identità sessuale? Ma soprattutto, come realmente reagiscono i genitori al coming out del proprio figlio/a?

Questo è un argomento che mi ha sempre incuriosito -Si parla tanto dei coming out, del coraggio di un ragazzo/a di esprimere il proprio modo d’amare. Ma quello che più mi incuriosisce, e che mi piacerebbe ascoltare o leggere nei vari commenti, è come realmente hanno reagito le varie mamme e i vari papà, in quel momento di assoluta verità-

È difficile, quasi raro, leggere di una madre o un padre soprattutto, che scriva della propria esperienza nell’avere un figlio omosessuale. Mi intriga moltissimo sapere cosa cambia, se cambia, in un rapporto tra il papà e il figlio. Le mamme, si sa, sono sempre un pochino più pronte ad accettare una determinata situazione.

Quali domande si pone un genitore consapevole di avere un figlio omosessuale?. Quali sono le sue ansie, le sue paure?

Vi racconto un pò della mia “Particolare” esperienza…

Ho fatto coming out all’età di 26 anni.

Tutta la vita precedente a quei 26 anni è stato un nascondermi da un qualcosa che, nella mia intasatissima testa, avrebbe potuto ferire la mia famiglia. Ho sempre saputo chi amare e non me ne sono mai vergognato. Ho soltanto avuto bisogno di tempo per capire quando sarebbe stato il momento giusto. Ho 4 sorelle maggiori, una mamma meravigliosa e un papà che da 4 anni è volato in cielo.

Il mio coming out è stato, ed è tutt’ora parziale. Nel senso che, le mie sorelle sanno ormai tutto, mia madre ancora non ufficialmente. In cuor mio, spero sempre che lei lo capisca da sola.

Ciò che mi ha frenato nel dirglielo è stata la mancanza di mio padre. Era troppo sofferente per subire una mia dichiarazione in quel periodo e ho preferito, quindi, di posticipare questo momento.

Nel frattempo vivo liberamente la mia vita, scrivo apertamente sui social, non ho segreti con nessuno, non sento alcuna pressione e non mi devo nascondere o vergognare di ciò che provo e soprattutto verso CHI lo provo.

Mi piacerebbe tanto che voi genitori di ragazzi omosessuali, raccontaste la vostra esperienza. Cosa è successo nel momento della dichiarazione?

Magari le esperienze positive, tramite i vostri racconti, potranno essere una chiave d’aiuto importante per aprire i cuori di quei genitori che ancora pensano che l’omosessualità del proprio figlio sia il problema principale della loro vita.

Chissà cosa avrebbe pensato il mio papà.

Erberto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...