POP

Dobbiamo “Normalizzarci” per essere accettati

Con l'attuale politica e pensiero, l'unica cosa che possiamo fare per venire accettati è "Normalizzarci".

Chi definisce che cosa è “Normale” e cosa non lo è, la società? Ok, ma sulla base di cosa? Probabilmente il nostro Paese, pur essendo per alcuni versi molto bello, soffre di una mentalità molto ristretta per la maggior parte delle persone che ci vivono. E’ vero, non siamo sicuramente ridotti male come altri Paesi stranieri ma, non si capisce come mai non si riesca a fare definitivamente un passo avanti.

Quest’articolo nasce a seguito di alcuni commenti letti questa mattina. Ci si riferiva ad un video rappresentante -un certo personaggio famoso- vestito con pareo e tacchi a spillo argentati che ballava in giardino. Da lì commenti del tipo “Che schifo”; “Ecco perché noi gay non veniamo accettati”; “forse bisognerebbe imparare a normalizzarsi per essere accettati”.

Trovo terrificante che la politica se ne lavi le mani di fronte a questi problemi sociali, anzi, che si diverta a creare caos in modo da usare come burattini le persone. E’ più facile così, si crea odio per smuovere gli animi e farsi seguire, anzichè promuovere la pace. Anche perché, una volta che tutto è tranquillo, chi ti seguirebbe? Dovresti essere onesto a vita ma sappiamo che questo in Italia apparentemente è impossibile.

Comunque sia il punto è un altro, che loro facciano questo giochino si sa, come si sa che molta gente si lascia condizionare da promesse vane e da notizie false spesso date in TV. Che però queste discriminazioni provengano proprio dall’interno del nostro ambiente, è pazzesco.

Milano Pride 2018
Pride Square Milano

E’ vero, anch’io non capisco chi possa vivere una vita pensando solo a far sesso con centinaia di persone senza poi costruire qualcosa ma va bene, vivo lo stesso e me ne faccio una ragione. Oppure, si può non essere d’accordo con un uomo che si traveste perché la cosa non ci attrae prorio ma “Chi siamo per giudicare?”, magari noi stessi seguiamo sotto sotto qualche strada considerata strana da altri ma vorremmo a nostra volta non essere giudicati.

Che poi va bene, forse siamo un po’ più colorati, un po’ più sopra le righe per alcuni versi ma forse, è anche quello che ci rende belli. Non è detto che tutti siano così ma non si può nemmeno pretendere che tutti siano maschili, tranquilli e nascosti. Non dobbiamo essere coloro che gli altri vogliono che diventiamo, dobbiamo essere accettati per quello che siamo “Maschili; effemminati; tranquilli; creativi; teneri; puppy; leather; travestiti; transessuali…”.

 

Un commento

  1. Ottimo post, non posso che trovarmi d’accordo con te. Gli italiani sono purtroppo un popolo di mentalità troppo antiquata.
    Se un individuo non rispecchia i canoni di ciò che secondo la società è “normale” viene subito deriso, eitichettato, insultato. è molto triste, spero che un giorno la situazione possa cambiare.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: