POP

RoMan Volley, contro ogni pregiudizio sportivo

Nata del 2004, RoMan Volley è la prima associazione gay di questo tipo nella capitale. Si pone come obbiettivo la promozione dello sport della pallavolo sia in ambito dilettantistico che agonistico, senza discriminazioni di status sociale, identità di genere, di orientamento sessuale o di qualsivoglia altro tipo.

Nata del 2004, RoMan Volley è la prima associazione gay di questo tipo nella capitale. Si pone come obbiettivo la promozione dello sport della pallavolo sia in ambito dilettantistico che agonistico, senza discriminazioni di status sociale, identità di genere, di orientamento sessuale o di qualsivoglia altro tipo.

Roman_Volley
http://www.romanvolley.it/

Quando siamo venuti a conoscenza di questa bellissima realtà, abbiamo subito pensato di condividere qualche informazione a riguardo. Nella vita di tutti i giorni come nello sport, molte volte si finisce con l’essere discriminati ed è dura farsi accettare pienamente. Grazie ad associazioni di questo tipo invece, si ha la possibilità di farsi notare, non per la propria identità sociale ma per la bravura. Oltre tutto, si può avere la possibilità di formare una squadra, un gruppo unito e che riesce a capirsi. Una volta costruito questo, non conta chi si andrà a sfidare, perché si sarà in grado di dimostrare a chiunque che non c’è differenza di sesso, razza o altro, nemmeno nello sport. Se uno è bravo, è bravo!

E’ anche stupendo vedere come l’amore di certe persone e la loro determinazione, possano portare ad organizzazioni di così tanto successo. Sarebbe bello che nascessero attività del genere un po’ ovunque in Italia e non solo nelle città più grosse. Questo non per un fatto di ghettizzazione ma semplicemente per avere un luogo, come per RoMan Volley, che possa comprendere al 100% determinate esigenze e realtà senza per forza dover incorrere in atti di bullismo solo perché si è gay, transessuale o altro e si vuole praticare sport.

Abbiamo anche avuto il piacere di rivolgere qualche domanda al presidente dell’associazione:

Dopo 13 anni di attività e con l’Italia in continua evoluzione in merito ai temi LGBT, cos’è cambiato da quando avete deciso di fondare l’associazione? Sono stati complicati i primi momenti?

La RoMan è cambiata principalmente nei numeri e nelle dimensioni. Da una squadra formata da un gruppo di amici, ora siamo 6 squadre e quasi 120 iscritti. E’ cambiata di conseguenza anche la visibilità, sia quella esterna da parte degli organi di informazione e degli addetti ai lavori, ma anche interna, ora siamo più pronti a esporci e farci conoscere anche al di fuori del mondo LGBT. Questo è dovuto sicuramente alla crescita della RoMan ma anche all’evoluzione che in Italia hanno avuto i temi LGBT.
I primi momenti di vita della nostra associazione non sono stati complicati, anche perchè di anno in anno continuiamo ad essere  sempre di più e questo ci da sempre più forza ed entusiasmo.

Oltre allo scopo principale dell’associazione -Lo sport- che cosa conta per voi? A quanto ho potuto capire, siete anche molto interessati all’aspetto umano delle persone oltre che meramente alla parte agonistica.

Il nostro obbiettivo è duplice. Vogliamo da una parte avvicinare i ragazzi omosessuali al mondo dello sport, offrirgli una situazione ideale di approccio alla pallavolo e molto conta, a mio avviso, avere nella nostra associazione anche molti giocatori esperti che possano essere di dimostrazione e aiuto. Il secondo obbiettivo è dimostrare alla società che nello sport la sessualità non conta e che non fa la differenza. Se vuoi batterci, devi essere più bravo sul campo di gioco.

Quali sono le attività svolte dalla vostra associazione sportiva?

Dall’associazione sportiva dilettantistica RoMan Volley viene svolta l’attività di pratica e insegnamento della pallavolo a tutti i livelli. Nella prossima stagione sportiva la maggiore squadra disputerà nel campionato di Serie D Fipav, grazie alla promozione conquistata lo scorso anno e un’altra squadra semi-agonistica disputerà il campionato di Seconda Divisione Maschile Fipav. Ci prefissiamo, oltre a far nutrire gli atleti della loro passione, l’obbiettivo di integrazione tra sportivi e l’abbattimento dei pregiudizi legati alla sessualità.

Viene inoltre praticata la pallavolo amatoriale, gli atleti sono divisi secondo il loro livello tecnico-tattico in diverse squadre, dagli esperti agli amatori fino ai principianti. Vengono insegnate le tecniche di base e le regole di gioco, le tattiche della pallavolo, i ruoli sportivi e i movimenti nel campo. Tutte le squadre amatoriali disputeranno un campionato di Promozione Sportiva (CSI, UISP o AICS).

Grazie all’attività svolta nei 12 anni di vita, la RoMan Volley è considerata un punto di riferimento per lo sport LGBT romano (agonistico e amatoriale).

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...